Posts In Category

Alimentazione

Alimentazione.

Nei funghi si trovano due antiossidanti presenti in alte quantità, il glutatione e l’ergotioneina, in grado di contrastare l’invecchiamento e migliorare la salute. Cinque champignons al giorno sono infatti in grado di aiutare a prevenire il rischio di insorgenza di demenza, malattie cardiache e persino cancro, anche se la varietà …

Uno studio condotto presso il Boston Children’s Hospital e pubblicato sul Journal of Experimental Medicine ha rivelato che mangiare cibi che possono dare allergia (come uova e noccioline) in gravidanza e durante l’allattamento potrebbe essere un ottimo modo per ridurre il rischio futuro di allergie alimentari per il nascituro La ricerca …

I nonni potrebbero essere un “fattore di rischio” per la salute dei nipoti, tendono a nutrirli in maniera sbagliata, a far fare loro poco esercizio e anche a fumare in loro presenza. Ad affermarlo è uno studio dell’università di Glasgow pubblicato da Plos One, che ha passato in rassegna 56 …

In Italia è presente una moderata carenza di iodio, elemento nutrizionale che, se non assunto nelle corrette quantità giornaliere, può avere ripercussioni sulla salute. Il dato è emerso a Pisa, durante il primo convegno internazionale della World Iodine Association, promosso in collaborazione con la Scuola Superiore Sant’Anna e il PlantLab …

Attenzione a consumare troppa liquirizia, perché se si è sopra i 40 anni possono portare ad aritmie cardiache anche gravi. Lo ha ricordato l’Fda secondo cui una quantità di 57 grammi al giorno per due settimane è sufficiente a rischiare il ricovero in ospedale. La liquirizia, spiega il comunicato, contiene …

“Basta con i falsi miti sulla pasta: non è vero che non si può mangiare la sera, e perché mai privarsi di una bella carbonara? Stimola la tiroide e fa bene anche all’umore”. La notizia arriva dall’endocrinologa e nutrizionista Serena Missori in occasione della Giornata mondiale della pasta che si …

La colazione, il pasto più importante della giornata. Gli adulti di mezza età che al mattino la saltano frequentemente hanno generalmente una concentrazione più alta di placche arteriose di chi invece fa abitualmente colazione sia sostanziosa che leggera. Le placche sono depositi di calcio e grassi nelle arterie che aumentano …

Un team di scienziati giapponesi dell’Università di Toyama ha scoperto che da un particolare tipo di felce (Drynaria) si estraggono sostanze che possono ridurre i sintomi dell’Alzheimer. Il team ha sviluppato un metodo per isolare i composti attivi presenti in piante medicinali spesso utilizzate per la cura di malattie e …

Secondo il cardiologo Sebastiano Marra, del Maria Pia Hospital di Torino “Quattro o cinque tazzine di caffè al giorno, anche decaffeinato, riducono la mortalità cardiovascolare in follow up che vanno da 10 a 18 anni. A lungo termine, bere caffè ha un effetto positivo”. Secondo il cardiologo il caffè è da …

Il tè nero, come quello verde, aiuta la perdita di peso e porta anche altri benefici alla salute. E’ ciò che è emerso da una ricerca della University of California Los Angeles, pubblicata su European Journal of Nutrition. Secondo gli studiosi sia il tè verde che quello nero promuovono a …