Home»Tecnologie»Dieta sana per il cuore, quali alimenti scegliere e quali evitare?

Dieta sana per il cuore, quali alimenti scegliere e quali evitare?

0
Shares
Pinterest Google+

Al congresso europeo di Cardiologia in corso a Barcellona si scrive la dieta del cuore sano.

Studio dopo studio il sale risulta sempre più un nemico del cuore.

I danni del ‘veleno bianco’ trovano infatti nuove prove scientifiche, troppo sale, secondo uno studio di 12 anni su più di 4.000 persone, raddoppia il rischio di insufficienza cardiaca.

Mentre per il caffè arriva un’ulteriore nuova conferma dei suoi effetti positivi, tanto da poter entrare nella lista della dieta sana.

“L’assunzione di sale è una delle principali cause dell’alta pressione sanguigna e un fattore di rischio indipendente per la malattia coronarica e l’ictus”, ha affermato Pekka Jousilahti, dell’Istituto nazionale per la salute e il benessere, Helsinki, Finlandia. Oltre al CHD e all’ictus, l’insufficienza cardiaca è una delle principali malattie cardiovascolari in Europa e nel mondo, ma il ruolo dell’assunzione di sale elevato nel suo sviluppo fino ad ora era sconosciuto.

“Il cuore non ama il sale. L’elevata assunzione di sale aumenta notevolmente il rischio di scompenso cardiaco. E questo aumento del rischio di insufficienza cardiaca correlato al sale è indipendente dalla pressione sanguigna”, ha spiegato Jousilahti.

In sostanza le persone che consumavano più di 13,7 grammi di sale ogni giorno avevano un rischio di danno più elevato di due volte rispetto a quelli che consumavano meno di 6,8 grammi, ha proseguito. “L’assunzione giornaliera ottimale del sale è probabilmente anche inferiore a 6,8 grammi”, concludono gli esperti. Ed in effetti l’Oms ha raccomandato un massimo di 5 grammi al giorno, mentre la necessità fisiologica, quindi quella per mantenere l’organismo attivo, sarebbe addirittura della metà.

E’ emerso invece che bere quattro tazze di caffè ogni giorno, può essere parte di “una dieta sana in persone sane” ed è associato ad un minore rischio di morte fino al 64%.

Fonte: Ansa

Previous post

Scoperta nell'individuazione dei tumori, un innovativo test del sangue

Next post

Sport: uomini più forti ma alle donne il primato della resistenza

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *