diabete

 
 

Come ti prepari per Cardo Race? Il ruolo dei polifenoli nella corsa

runnerdrink

L’estate, in molti, si risveglia la voglia di attività fisica. La mente con meno problemi, lo staccare dal lavoro, la spensieratezza, il guardarsi in sovrappeso, la semplice compagnia, porta molti di noi a iniziare o ricominciare a correre e a svolgere esercizi fisici. E’ sicuramente un momento propizio per approfittare di questa volontà, abbinando subito alle attività una rinnovata cura per il nostro benessere, a partire dall’alimentazione. Non si deve per questo rinunciare a godere di un buon gelato estivo, a meno che il nostro medico, viste le ultime analisi,Read More


Diabete e vacanze: 5 regole “salvavita”

famiglia-2-2

Le 5 regole salvavita arrivano dalla Società Italiana di Diabetologia (Sid) per garantire sicurezza ai 4 milioni di italiani con diabete che si apprestano a partire per le vacanze estive. 1- Bere abbondantemente per evitare la disidratazione, perché nelle persone con diabete la presenza di elevati livelli di glicemia e anche l’utilizzo di alcuni farmaci possono ulteriormente favorire la perdita di liquidi attraverso le urine. 2- Evitare di camminare scalzi per non riportare lesioni ai piedi, favorite dalla ridotta sensibilità alle estremità tipica del diabete, meglio usare le ciabatte. 3- AttenzioneRead More


Gli zuccheri della frutta possono essere pericolosi?

frutta-centro-medico-effe

Il dottor Peter Havel della Davis University della California ha promosso uno studio per verificare le conseguenze derivanti dall’assunzione di glucosio e fruttosio. Per dieci settimane, 33 persone in sovrappeso sono state sottoposte a un piano nutrizionale in cui il 25% delle calorie giornaliere doveva provenire dal fruttosio (per il primo gruppo) o dal glucosio (per il secondo gruppo). Entrambi i gruppi hanno riportato un aumento medio di 1 kg e mezzo a persona. Quelli che hanno assunto fruttosio sono ingrassati soprattutto nella zona del giro vita, particolarmente pericoloso perché aumenta il rischio di diabete e di attacchiRead More


Cosa sono gli esercizi light e a chi sono utili?

nf-paris-11509-920x460

Uno studio dell’università di Maastricht ha affermato che per le persone affette da diabete di tipo 2 è consigliabile un regime di esercizi “light”, basato sull’alzarsi di tanto in tanto e su camminare leggere, tale tipologia avrebbe infatti dei migliori effetti sulla glicemia rispetto ad altri allenamenti più strutturati. Lo studio è stato condotto su 19 adulti (13 uomini e 6 donne) malati in media da sei anni, di età media 63 anni e indice di massa corporea medio di 30,5, corrispondente ad una obesità moderata. I partecipanti sono statiRead More


Ciclismo: al via il Team Novo Nordisk alla Milano-Sanremo

misan

Quest’anno il Team Novo Nordisk, che comprende 18 ciclisti professionisti con diabete, parteciperà per la terza volta alla “classicissima di primavera”. Al via, sabato al Castello Sforzesco, anche Andrea Peron, 28 anni, alla sua 4/a stagione con il team. Ad Andrea Peron è stato diagnosticato il diabete a 16 anni ma questo non lo ha fermato. Al suo primo anno nel Team Novo Nordisk ha collezionato 14 piazzamenti nella top 10, inclusi podi nel Tour de Beauce e nel Tour di Cina, mentre nel 2014 ha guadagnato tre traguardi nella topRead More


Scoperto nelle ossa un ormone, quali proprietà possiede?

ricercatore1

E’ stato reso noto sulla rivista Nature, che un team di ricercatori della Columbia University Medical Center (CUMC), tra cui l’italiano Antonio Maurizi, ha scoperto nelle ossa un ormone in grado di placare l’appetito, agendo direttamente sul cervello. L’ormone si chiama “lipocalina 2” ed è solo l’ultima delle molecole con funzione ormonale scoperte nelle ossa, esso potrebbe essere un nuovo alleato nella lotta contro l’obesità, le disfunzioni metaboliche e il diabete. Durante lo studio gli scienziati hanno isolato la lipocalina 2 e osservato che è una molecola in grado di superare la barrieraRead More


Passare molto tempo seduti può davvero aumentare il rischio di diabete?

Woman sitting at an office desk talking on the phone

Uno studio guidato dall’Università di Sidney, pubblicato sul British Journal of Sports Medicine, ha rivelato che la sedentarietà non fa così male alla salute come si è pensato finora, soprattutto per quanto riguarda il rischio di diabete. Gli studiosi hanno preso in esame i dati di una ricerca su 4811 persone di mezza età che lavoravano in un ufficio di Londra. Nel 1998 ai partecipanti, tutti senza diabete o malattie cardiovascolari, è stato chiesto di riferire la quantità di tempo trascorso seduti a lavoro e nel tempo libero mentre guardavanoRead More


Novità per i pazienti affetti da diabete mellito

diabete-mellito-tipo-1-sintomi-cause-rimedi

Per coloro che richiedono dosi giornaliere totali di insulina rapida superiori alle 20 unità, arriva la nuova insulina lispro U200, con una concentrazione doppia rispetto alle altre insuline rapide standard. La forza necessaria per l’erogazione del farmaco si riduce fino al 53% e l’iniezione più agevole e viene preferita dall’88% dei pazienti intervistati in uno studio pubblicato recentemente dal ‘Journal of Diabetes Science and Technology’. “Attraverso un controllo metabolico adeguato – spiega Giorgio Sesti, presidente della Società italiana di diabetologia (Sid) – è possibile prevenire o ritardare l’insorgenza delle complicanze del diabete,Read More


L’attività fisica è utile contro il diabete?

xsporty-jpg-pagespeed-ic-6nuoax7fih

Per prevenire il diabete è utilissimo fare attività fisica. In che modo ottimizzare i benefici dell’attività fisica per la prevenzione di questa patologia? Se si centrano gli obiettivi definiti dalle linee guida internazionali il vantaggio c’è, ancora meglio se queste soglie vengono superate. In questo caso – dicono gli autori di una ricerca pubblicata su Diabetologia – la riduzione del rischio sarebbe massima e pari a circa il 40% rispetto agli inattivi. L’Oms, raccomanda di svolgere 150 minuti di attività fisica a intensità almeno moderata a settimana – o 30 minuti nella maggior parteRead More


Cosa si può fare per prevenire il diabete?

fiocchi-di-cereali-e-non-solo-1

In Italia, sono previsti nel 2030 fino a 5 milioni di malati di diabete.Uno dei focus della campagna insiste sul concetto di prevenzione del diabete di tipo 2, patologia scatenata dall’interazione di più cause, tra queste la predisposizione genetica e i fattori ambientali. Oltre allo screening quindi, stile di vita e alimentazione possono fare la differenza, in chiave di prevenzione. È infatti necessario praticare attività fisica regolare, fin da bambini, per combattere la sedentarietà e mantenere controllato il peso contro il rischio di sovrappeso-obesità; seguire inoltre un’alimentazione corretta, che prediliga unaRead More


Giornata del diabete. Scopri dove fare prevenzione

duomo1

Il 14 novembre si celebra la giornata mondiale del diabete 2016, con lo slogan “Occhi sul diabete” . La giornata fu Istituita nel 1991 dall’International Diabetes Federation e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. In Italia è organizzata da Diabete Italia Onlus, con il patrocinio del Ministero della Salute, del Ministero del lavoro e politiche sociali e coinvolge  l’Anci e la Croce Rossa Italiana. Oltre 3,5 milioni di persone soffrono di diabete, il 6,2% della popolazione italiana. Il dato allarmante è che tante le persone, ipotizzate in circa 1 milione, non sanno di essere ammalate. La giornataRead More


Pedalare previene il diabete? Scoprilo..

woman-on-bike-on-beach-xl1

Una ricerca pubblicata su Plos Medicine ha rivelato che l’utilizzo della bicicletta riduce del 20% del rischio di sviluppare il diabete. Lo studio, realizzato dall’Università della Danimarca Meridionale, ha coinvolto oltre 24 mila uomini e quasi 28 mila donne fra i 50 e i 65 anni. Lo stato di salute dei partecipanti è stato verificato per anni, registrando il livello di attività fisica svolta, l’alimentazione e l’uso della bicicletta. Pierpaolo De Feo, direttore di C.U.R.I.A.MO. ha spiegato che anche se si tratta di uno studio osservazionale, di cui non c’è quindi certezza che laRead More


Un nuovo alleato contro il diabete

doc_corsa_GETTY-IMAGES

Durante il Convegno Nazionale della SID (Societò Italiana di Diabetologia), tenutosi a Rimini, il presidente Enzo Bonora ha dichiarato che l’attività fisica può essere considerata come un vero e proprio farmaco; anzi, andrebbe persino prescritta prima dei medicinali poichè, proprio come loro, riesce a ridurre di un punto l’emoglobina glicosilata. segue in basso: Al centro Curiamo (Centro Universitario Ricerca Iter Dipartimentale Attività Motoria) dell’Università di Perugia, è stato portato avanti un esperimento su 900 pazienti diabetici che, al loro arrivo in ospedale, sono stati divisi in due gruppi: il primoRead More


Il vaccino antinfluenzale contro il diabete!

injection4_crop380w

In Italia il vaccino antinfluenzale è disponibile gratuitamente per chi ha almeno 65 anni, alle donne incinte e a persone con malattie croniche come appunto il diabete di tipo 2. Quanto emerge da uno studio dell’Imperial College di Londra è che vaccinare contro l’influenza i diabetici ne riduce i ricoveri in ospedale per scompenso cardiaco ed ictus e inoltre abbassa il tasso di morte nella stagione invernale. Tra il 2003 ed il 2010 i ricercatori hanno preso in esame 124,503 adulti britannici con diabete di tipo 2 dei quali circa il 65%siRead More


Prevenire il diabete con il cibo, ecco come…

woman with fruits showing thumbs up

Cos’è il diabete? Il diabete è una malattia cronica caratterizzata dalla presenza di elevati livelli di glucosio nel sangue (iperglicemia) e dovuta a un’alterata quantità o funzione dell’insulina. L’insulina è l’ormone, prodotto dal pancreas, che consente al glucosio l’ingresso nelle cellule e il suo conseguente utilizzo come fonte energetica. Quando questo meccanismo è alterato, il glucosio si accumula nel circolo sanguigno. Scopri anche tu se hai il diabete: I criteri per la diagnosi di diabete sono:sintomi di diabete (poliuria, polidipsia, perdita di peso inspiegabile) associati a un valore di glicemiaRead More


image_pdfimage_print