cardiologia

 
 
image_pdfimage_print

Apple Watch: un valido alleato contro la fibrillazione atriale, scopri perché

main_applewatchape

Uno studio condotto dalla University of California di San Francisco insieme alla start up che ha prodotto Cardiogram, una delle app associate all’Apple Watch, ha rivelato che il dispositivo può essere in grado di riconoscere la fibrillazione atriale con il 97% di accuratezza. Per lo studio sono stati presi in esame oltre 6.000 utilizzatori, 200 dei quali avevano ricevuto una diagnosi di fibrillazione atriale. Grazie alle differenze nelle misurazioni tra i due gruppi sono state usate per insegnare allo smartwatch a riconoscere i segni della malattia. “Almeno per qualche anno questo tipoRead More


Scompenso cardiaco, lo sport può aiutare?

slide4-980x370

Lo scompenso cardiaco è la seconda causa di ricovero dopo il parto, ma resta ancora una patologia poco conosciuta, malgrado sia talmente diffusa da riguardare un milione di italiani. In questo mese è in partenza la campagna informativa promossa dalla Heart Failure Association (HFA) della Società Europea di Cardiologia, sostenuta dalla Federazione Italiana di Cardiologia, a cui parteciperanno 40 centri di cardiologia italiani. L’obiettivo di quest’anno è sensibilizzare su prevenzione e cura attraverso l’attività fisica. In programma ci saranno infatti eventi dedicati alla promozione di stili di vita sani, buona alimentazione,Read More


Truck Tour Banca del cuore, nuova campagna di Prevenzione Cardiovascolare

A_976faf9b1c

Sarà possibile effettuare esami clinici ed elettrocardiogramma gratuitamente per la prevenzione di malattie cardiovascolari, in un camion Jumbo Truck appositamente allestito partito da Sanremo durante le giornate del festival e che nei prossimi 8 mesi, farà tappa in ben 30 città italiane. Questo è quanto previsto dalla Campagna di Prevenzione Cardiovascolare “Truck Tour Banca del Cuore” promossa dalla Fondazione per il Tuo cuore dell’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri (Anmco). Le malattie cardiache e l’ipertensione arteriosa, nella fascia di età tra 35 e 75 anni, colpiscono in Italia il 51% degli uominiRead More


Scompenso cardiaco, dati allarmanti in Italia

Young woman in pajamas having heart attack

In Italia lo scompenso cardiaco è la seconda causa di ospedalizzazione dopo il parto naturale, porta infatti 190 mila ricoveri l’anno e ne soffrono oltre 1 milione di persone. Si tratta di una condizione in cui il cuore non è più capace di distribuire il sangue ossigenato in misura adeguata alle richieste metaboliche dei tessuti. “Tra i sintomi ci sono l’affaticamento nella respirazione, il senso di stanchezza, il gonfiore a piedi e caviglie, le alterazioni del ritmo cardiaco – spiega Maria Frigerio, direttore di Cardiologia 2 all’ospedale Niguarda di Milano, oggi nel capoluogoRead More


Novità in campo cardiologico: arriva il cerotto che ripara il cuore.

cerotto_cuore_istock_000009487140

E’ stato reso noto sulla rivista Science Advances, lo sviluppo di un cerotto per riparare il cuore dopo un infarto. Il cerotto si applica nella parte danneggiata in modo mini-invasivo, senza il bisogno di punti di sutura e potrebbe divenire una cura per evitare la comparsa di aritmie. Il traguardo è stato raggiunto dai ricercatori australiani della università di Sidney e britannici dell’Imperial College London. Il cerotto è stato testato con successo su animali all’Imperial College da Cesare Terracciano. Dopo un infarto la parte del cuore danneggiata perde capacità di condurreRead More


Al Sanit 2016 EMD112 con un defibrillatore al vincitore del contest Apericuore

cuore1

EMD112 collaborerà con Cardio Race e il Villaggio del Benessere 2016 fornendo un defibrillatore all’istituto alberghiero vincitore del contest Apericuore. EMD112 è la Divisione Medicale della Echoes Srl, distributore Ufficiale di HeartSine®, azienda inglese leader mondiale nella produzione di defibrillatori per utilizzo extra-ospedaliero, che nel 1966 produsse il primo defibrillatore al mondo. Il defibrillatore samaritan® PAD, disponibile è nelle versioni 350P e 500P. Il modello 500P è dotato di rianimazione assistita (CPR Advisor), che è in grado di supportare il soccorritore con supporti audio e visivi indicando le azioni correttiveRead More


Cosa succede quando facciamo sport mentre siamo arrabbiati?

angry-woman

Gli scienziati dell’Health Research Institute della McMaster University avvertono che l’esercizio fisico in condizioni di eccessiva agitazione potrebbe triplicare il rischio di un attacco di cuore nel giro di un’ora. Gli esperti canadesi hanno eseguito il più grande studio sulla correlazione tra rabbia e sport, fornendo una prova scientifica del delicato legame tra mente e corpo. L’associazione risulta ancora più forte quando sia l’emozione che l’attività sono molto pesanti, si arriva addirittura a triplicare il rischio di infarto. I risultati sono stati trovati grazie all’analisi delle informazioni relative a 12.461 pazientiRead More


Novità sul colesterolo cattivo all’Esc 2016

cuore-donne1

Il colesterolo ‘cattivo’ “più basso è, meglio è”. Si basa sul principio della maggiore riduzione possibile del principale fattore di rischio cardiovascolare, ovvero l’ipercolesterolemia, la revisione dei limiti indicata dai cardiologi europei riuniti a Roma per il congresso Esc 2016, dal 27 al 31 di agosto. Al congresso Esc è stato identificato un range, da 70 a 100 milligrammi per decilitro, che indica i livelli di colesterolo Ldl ottimale per tutti. Nei pazienti ad alto rischio, in particolare, è necessario rimanere verso i limiti inferiori, 70 o anche meno. InRead More


Over 65 e attività fisica, scopri i benefici!

5f87bb0de25dad19a61b00e0cff4ea7c_XL

Quattro ore alla settimana di attività fisica moderata, dal giardinaggio alle passeggiate, dimezzano il rischio di morte per cause cardiovascolari negli over 65. Lo ha dimostrato uno studio finlandese presentato al congresso della Società Europea di Cardiologia (Esc) che si è svolto a Roma dal 27/08 al 31/08 La ricerca dell’università di Oulu ha osservato 2500 persone per 12 anni, monitorando la loro attività fisica. I soggetti che avevano una attività moderata,  come almeno quattro ore di camminata, bicicletta o altre attività leggere come la pesca o il giardinaggio, hanno mostratoRead More