Home»Alimentazione»MIRTILLO ED EFFETTI SULLA SALUTE: PROPRIETA’, BENEFICI E VALORI NUTRIZIONALI

MIRTILLO ED EFFETTI SULLA SALUTE: PROPRIETA’, BENEFICI E VALORI NUTRIZIONALI

0
Shares
Pinterest Google+

I mirtilli sono tra i frutti di bosco più apprezzati per il loro gradevole gusto, consumati da soli o accompagnati da cereali e yogurt, o ancora utilizzati come ingredienti per frullati e dolci.

Recenti ricerche mostrano che questi deliziosi piccoli frutti sono anche estremamente salutari. I mirtilli infatti non solo non contengono colesterolo ed hanno un basso carico glicemico, ma hanno ottime proprietà nutrizionali e antiossidanti, utili per prevenire malattie cardiovascolari e proteggere dai tumori.

Tra i nutrienti essenziali dei mirtilli rientrano la Vitamina C, utile per la guarigione delle ferite, per rafforzare l’immunità e per le sue proprietà anti-invecchiamento, e la Vitamina K, che favorisce la coagulazione del sangue e la salute delle ossa.

Contribuisce ad esaltare gli effetti benefici dei mirtilli anche il manganese, che aiuta a processare il colesterolo e a migliorare le risposte immunitarie, e le fibre, utili a ritardare il processo di invecchiamento, prevenire il declino cognitivo, favorire la salute del cuore, regolarizzare l’intestino e stabilizzare la glicemia.

Benefici per il cuore derivano anche dalla presenza delle antocianine, una classe di coloranti idrosolubili appartenente alla famiglia dei flavonoidi, ricchi di proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie: il consumo dei mirtilli può difatti migliorare il flusso sanguigno e contrastare l’accumulo di placche.

E’ bene comunque monitorare il consumo dei mirtilli per non incorrere in eventuali allergie o interazioni. I mirtilli non sono indicati ad esempio nelle persone più sensibili ai salicilati, dal momento che sono presenti in una certa quantità in questo frutto e sono ingredienti attivi anche delle aspirine, oltre che presenti in alcuni alimenti e in prodotti per la cura personale.

E’ consigliato un consulto medico anche nel caso in cui si assumano anticoagulanti, che potrebbero essere inficiati dall’assunzione di Vitamina K e salicilati.

Previous post

POTERE RIGENERATIVO: CELLULA Cdx2 SALVA GLI ORGANI

Next post

ALLATTAMENTO AL SENO: BENEFICI PER MAMMA E BEBE'!