prevenzione salute

 
 

Che effetti può avere un minuto di corsa?

Donna-running

Un solo minuto di esercizio fisico intenso ogni giorno, come ad esempio una breve corsa, è legato a una migliore salute delle ossa nelle donne. Lo dimostra uno studio pubblicato sull’International Journal of Epidemiology. Le donne che in media hanno fatto 60-120 secondi di attività ad alta intensità al giorno hanno una salute ossea del 4% migliore rispetto a coloro che hanno fatto meno di un minuto. I miglioramenti aumentavano al crescere del tempo dedicato all’attività: hanno infatti trovato una salute ossea del 6% migliore tra coloro che hanno corso più diRead More


Mangiare banane fa bene?

Banana

Non solo la banana è tra i frutti più mangiati al mondo, ma fa bene perché carica di valori nutrizionali che aiutano nella prevenzione. Una porzione di banana (126 grammi) contiene circa 110 calorie, 30 grammi di carboidrati e 1 grammo di proteine. E’ naturalmente priva di grassi, colesterolo e sodio. Tanti sono i suoi benefici: la prevenzione del cancro: le banane possono aiutare a combattere la formazione di radicali liberi che causano il cancro la prevenzione dell’asma: i bimbi che mangiano una banana al giorno hanno il 34% in menoRead More


Correre: Colazione prima o dopo l’allenamento?

12

Consumare un’abbondante colazione al mattino è buona abitudine per chiunque,  anche per gli sportivi. Esistono però diverse idee contrastanti: Mangiare o non mangiare prima dell’allenamento mattutino? Diversi “coach” insegnano a correre senza colazione per migliorare le  prestazioni in gara dei corridori. Correndo senza colazione, infatti, l’organismo ha meno glucosio e quindi brucia più grasso. Abituando l’organismo a questa pratica si brucerà più grasso rispetto al glucosio durante lo sforzo fisico e si avranno performance migliori con un consistente miglioramento della resistenza fisica. Altri sostengono, invece, che la colazione è un pasto indispensabile per ottenere buone performanceRead More


Vitamina D per cuore e sport

img_ART_VitaminaD

L’assunzione quotidiana di vitamina D  riduce la pressione sanguigna e i livelli di stress migliorando le prestazioni sportive. È quanto emerge da uno studio presentato dai ricercatori della Queen Margaret University di Edimburgo. Durante questa ricerca 13 persone sono state invitate a assumere un integratore di vitamina D ogni giorno per due settimane. Dopo le due settimane i candidati sono stati sottoposti a un test fisico (pedalata di 20 minuti) e infine ne è stata misurata la pressione sanguigna. Nell’analisi è emerso che la vitamina D aveva influenzato positivamente le prestazioniRead More


Italia: scoperta molecola che blocca il Melanoma!

GettyImages-114574502-khtC-U4322073101163XeB-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443

La ricerca scientifica italiana ha fatto un altro grande balzo in avanti: un gruppo di studiosi dell’Istituto di Ricerca “Pascale” di Napoli ha infatti scoperto che una molecola presente nell’RNA, chiamata  miR-579-3p e presente in grande quantità nei normali nei, è in grado di bloccare la crescita del melanoma, il tumore della pelle. Hanno guidato lo studio il direttore scientifico Gennaro Ciliberto e il direttore della struttura complessa di oncologia medica Melanoma Paolo Ascierto; inoltre, la ricerca è stata finanziata dall’AIRC e realizzata in collaborazione con il laboratorio di CarloRead More


Meningite : Prevenzione in casi di contatto occasionale con soggetti infetti!

meningite

Il caso della ragazza tornata dalla GMG e colpita da meningite fulminante pone alla ribalta delle cronache questa patologia che al di là della cura del caso conclamato, comporta delle misure di prevenzione profilassi per le persone venute a contatto in modo occasionale e accidentale con un soggetto che ha poi manifestato la malattia. Cosa fare e come comportarsi con le persone venute a contatto con un malato? In allegato uno schema utile da utilizzare dove sono specificati i vari casi e le terapie da utilizzare LO SCHEMA PER LARead More


Rieti Cuore Piccante, Fiera Mondiale del Peperoncino

peperoncino 2

Dal 25 al 28 agosto 2016 l’intero centro storico di Rieti si tingerà di rosso, mettendo in mostra una delle spezie più amate e accogliendo migliaia di appassionati. Circa 800 le varietà di peperoncino in esposizione originarie dei 5 continenti. Mangiare peperoncini può fare molto bene al cuore aiutando a prevenire i fattori di rischio delle malattie cardiovascolari. Segue in basso Perché? La capsaicina, sostanza che conferisce il gusto piccante ai peperoncini, riduce i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e inibisce un gene che fa contrarre le arterie. Non solo così si previene il colesteroloRead More


Una nuova via per la prevenzione dell’aterosclerosi

aterosclerosi

La ricerca condotta dal Sant’Anna impronta nuove strategie di protezione dall’aterosclerosi, principale causa di eventi cardiovascolari ischemici acuti nel cuore, come in altri organi. In particolare, silenziando una proteina (il ‘fattore di von Willebrand’) sarebbe possibile rendere l’endotelio incapace di generare stress ossidativo, e quindi proteggere tanto il cuore quanto altri organi dalla disfunzione endoteliale, primo passo verso l’aterosclerosi. Si aprono così le porte a una terapia genica, dosabile come farmaco secondo i ricercatori di Pisa, che può contribuire a prevenire il danno d’organo e a proteggere dall’aterosclerosi. Segue in basso Lo studioRead More


Il segreto della longevità? Il melograno, scopri perché!

melagrana-1070x669

Il melograno è da sempre apprezzato per le sue proprietà medicinali, attualmente un gruppo di ricercatori afferma di aver scoperto i segreti del suo straordinario “potere” curativo, in particolare dell’effetto anti-invecchiamento a lui attribuito. Grazie alla metabolizzazione da parte della flora batterica intestinale di alcuni composti presenti del succo del melograno viene prodotta l’urolitina A. Questa sostanza è stata studiata per la sua presunta proprietà anti-aging da parte di un gruppo di ricercatori del Politecnico Federale di Losanna che l’hanno somministrata prima a degli esemplari di vermi che sono sopravvissutiRead More


Colesterolo: un nemico da combattere con l’attività sportiva

dieta-per-ipercolesterolemia

  Al giorno d’oggi è comune associare al termine colesterolo una condizione di salute negativa; tuttavia, ciò non è sempre vero. Il colesterolo propriamente detto è una sostanza lipidica presente nel sangue ed essenziale per l’organismo: costituisce una riserva energetica, è essenziale nella produzione degli acidi biliari e di ormoni quali il testosterone; inoltre, rappresenta una parte basilare della struttura della Vitamina D. Il colesterolo viene trasportato nel sangue da due lipoproteine, la cosiddetta lipoproteina ad alta densità, anche conosciuta come HDL o “colesterolo buono”, e dalla lipoproteina a bassaRead More


Correre: Un toccasana per non far invecchiare il Cervello!

dr

È ormai risaputo che la corsa instaura uno stato di benessere fisico e mentale in chi la pratica.  Ad ogni modo, le proprietà benefiche di quest’attività fisica non sono solamente quelle appena citate: l’Istituto di Biologia cellulare e Neurobiologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Roma (Ibcn – Cnr) ha dimostrato, in uno studio coordinato dal dott. Stefano Farioli-Vecchioli, come la corsa riesca a rallentare, o persino bloccare, l’invecchiamento celebrale. Questa ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica “Stem Cells”, evidenzia come il cervello reagisca alla pratica di un’attività anaerobica (come laRead More


Osteoporosi, cura in via di sviluppo.

cattura 1

L’OMS definisce l’osteoporosi «una malattia caratterizzata da una riduzione della massa del tessuto osseo, accompagnata da un aumento della sua fragilità». Generalmente coinvolge le donne tra i 60 e 70 anni di età e si manifesta sotto forma di irrigidimento delle articolazioni, difficoltà e dolore nel movimento e fratture (a livello mondiale, circa 25.000 al giorno, 9 milioni all’anno). Si tratta in effetti di un problema molto diffuso, ma che può avere un’efficace soluzione nell’impiego di un composto naturale, il collagene idrolizzato. Segue in basso: Una nuova soluzione: il collagene L’osteoporosi portaRead More


Psoriasi, recenti scoperte e nuove cure in arrivo… 

psoriasi-viso

  Molti specialisti sì sono riuniti al convegno SIDeMaST per capire cosa causi la psoriasi e trovarne una possibile cura. Sì tratta di una malattia infiammatoria cronica della pelle che colpisce tantissime persone nel mondo con circa due milioni solo in Italia. Per adesso ci sono soltanto terapie efficaci che ne alleviano i sintomi e la tengono a bada, fino a una completa risoluzione del problema. Segue in basso: Cause: Non sono state identificate delle cause certe,  anche se si ipotizza che la psoriasi potrebbe essere causata da malattie infettiveRead More


Inositolo, la molecola che contrasta l’infertilità femminile

imgres

Tra il 5 e il 10% delle donne in età riproduttiva soffre della sindrome dell’ovaio policistico (Pcos), una patologia che non causa sterilità ma rende incapaci di concepire per la difficoltà di fecondazione durante l’ovulazione: costituisce la prima causa mondiale di infertilità femminile. Durante il World Pediatric and Adolescent Gynecology Congress di Firenze due esperti in questo campo, il dottor Vittorio Unfer, professore di Ostetricia e Ginecologia all’Università Ipus di Chiasso in Svizzera, e il dottor John E. Nestler, professore di Medicina al dipartimento di Medicina Interna del Virginia CommonwealthRead More


Cosa ci accade se ci punge una zecca?

capra

Arriva l’estate e le gite al fresco dei boschi, ma cosa ci accade se ci punge una zecca? La Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali (Simit) mette in guardia la popolazione che si accinge a passare le vacanze nei boschi, sui rischi e sulle modalità dei morsi delle zecche. La Società Scientifica ha evidenziato il fatto che nella metà dei casi il morso di questi insetti è indolore e il rischio di non accorgersi di essere stati punti è alto. I rischi derivanti da questa puntura devono invece indurre aRead More


image_pdfimage_print