dieta

 
 

Spinaci e uova in sostegno del cervello, scopri perché

shutterstock_308947772

Spinaci, cavoli e uova non aiutano solo a rimanere fisicamente in forma, ma hanno anche benefici per il cervello. Uno studio pubblicato su Frontiers in Aging Neuroscience si è concentrato sul ruolo della luteina, da essi contenuta. La luteina è una sostanza nutritiva che il nostro corpo non produce, deve essere acquisita attraverso l’alimentazione principalmente attraverso verdure a foglia verde, come spinaci e cavoli, avocado e uova. Precedenti studi hanno esaminato il ruolo di tale nutriente su adulti più anziani. I ricercatori dell’Università di Illinois, invece, in questo caso, hanno scelto di concentrarsiRead More


Piccoli cambiamenti nella dieta che possono portare grandi benefici

alimentazione-sana-e-corretta

Uno studio coordinato dall’Università di Harvard, ha dimostrato che è possibile ridurre in modo significativo il rischio di morte grazie a delle piccole variazioni della dieta. I ricercatori hanno usato i dati di due grandi studi sulla popolazione americana per osservare la dieta di 74mila persone per 12 anni, tra il 1984 e il 1996, e il loro rischio di morte nei 12 successivi. Alle diete sono stati assegnati dei punteggi, i voti più alti corrispondevano ai cibi più salutari.  Lo studio ha dimostrato che chi aveva i punteggi più alti avevaRead More


Cipolle rosse, un alleato per la salute, perché?

cipolletropea1140

Uno studio della University of Guelph, in Canada, pubblicato sulla rivista Food Research International, ha evidenziato che le cipolle rosse possiedono proprietà anticancro, in particolare sono molto efficaci nell’eliminare le cellule cancerogene del tumore al colon e di quello al seno. I ricercatori hanno testato cinque diversi tipi di cipolle che crescevano in Ontario, scoprendo che una varietà chiamata “Ruby ring onion”, che appunto è rossa, si è rivelata la più efficace contro il cancro. Il merito sembrerebbe essere dell’alto contenuto di quercetina, un tipo di flavonoide che ha potere antiossidante,Read More


Sugo con soffritto, sì o no?

come-fare-il-sugo-con-la-passata-di-pomodoro-4015909284[1000]x[417]780x325

Sì, se il sugo viene cotto a lungo ed il soffritto viene fatto con cipolla e magari anche uno spicchio di aglio, insieme all’olio extravergine. Questo è ciò che è emerso da una ricerca spagnola pubblicata sulla rivista Food Research International e condotta presso la facoltà di farmacia e scienze della nutrizione dell’Università di Barcellona, poiché una cottura prolungata (circa un’ora) del sugo insieme alla scelta degli ingredienti del soffritto porta a sprigionare molecole benefiche per la salute: elevata capacità antiossidante, protettiva ad esempio per la salute cardiovascolare. Per la prima volta gli scienziatiRead More


Quali benefici hanno le ciliegie negli sportivi?

ratafia-di-ciliege-selvatiche_37f99c30420da7dd1e3d3fe41949875a

Le ciliegie, in particolare la loro buccia, sono ricche di potassio, calcio, fosforo, rame, vitamina A e C, polifenoli e antociani, sostanze antiossidanti e antinfiammatorie. E’ bene scegliere quelle molto scure, in quanto contengono una concentrazione più elevata di tali sostanze. La presenza di antiossidanti garantisce sia la riduzione dello stress ossidativo cellulare sia un’azione antinfiammatoria, sono quindi utili per coloro che soffrono di patologie infiammatorie croniche, come ad esempio quelle intestinali. Il consumo di ciliegie è consigliato anche per gli sportivi, evidenzia la Dott.ssa Putzolu biologa-nutrizionista collaboratrice dello Studio Abr, “in quanto garantisconoRead More


La carne rossa fa male?

14501004_C_PressSection_2015_S_Maste_Touch_GBS_Steak_Family_Friends_2160_R-low

Il consumo di carne rossa è legato ad un maggiore rischio di morte per nove diverse cause come ad esempio tumori o ictus. Il consumo di carni bianche e di pesce sembrerebbe invece ridurre il rischio di morte per varie cause. Lo ha rivelato una ricerca condotta da Arash Etemadi, epidemiologo presso il National Cancer Institute di Bethesda, e pubblicata sul British Medical Journal. Durante lo studio gli esperti hanno seguito per 16 anni lo stato di salute di ben 536.969 persone di età compresa tra 50-71 anni. Tramite dei questionari alimentariRead More


Arriva l’estate: quali alimenti scegliere?

donna-legge

Per preparare la pelle all’esposizione al sole prima che arrivi l’estate è consigliabile inserire determinati alimenti all’interno della propria dieta, soprattutto quelli che contengono antiossidanti, polifenoli e vitamina E e B. Ne ha parlato al congresso di dermatologia Sidemast a Sorrento Serena Lembo, ricercatrice e docente della cattedra di Dermatologia dell’Università di Salerno. Per prepararsi all’esposizione al sole si può iniziare a proteggersi con le creme o assumendo composti naturali o sintetici con funzione antiossidante, capaci cioè di fornire alle cellule i substrati necessari per neutralizzare ed eliminare i radicaliRead More


Un tampone che sprigiona sapori, come funziona?

tavola-imbandita-750x400

Nei Centri Nemo di Milano, è in corso la sperimentazione di un tampone chiamato “il gusto della vita” e in grado di sprigionare i sapori di alcuni piatti, per poter restituire il piacere del cibo e dei sapori a coloro che non possono mangiare in modo naturale, come ad esempio i malati di Sla . Il progetto è nato da un’idea di Paolo Palumbo, un cuoco diciannovenne di Oristano, affetto da Sla, autore del libro “Sapori a colori. Sconfiggere la malattia con la buona cucina” presentato a Montecitorio. “Si tratta diRead More


Eliminare il glutine se non si soffre di celiachia fa bene?

955642a12a1082acb4482b174f19ebfc

A pochi giorni dalla terza edizione della Settimana nazionale della celiachia che si svolgerà dal 13 al 21 maggio,  per sensibilizzare e far conoscere i veri rischi di questa malattia arriva un’allerta dagli esperti. Sono infatti 6 milioni gli italiani che sprecano ogni anno 105 milioni di euro per l’acquisto di cibi senza glutine a loro non necessari, perché convinti di guadagnare così in salute e restare in forma. Ma come ha spiegato Giuseppe Di Fabio, presidente AIC: “Nessuna ricerca ha finora dimostrato qualsivoglia effetto benefico per i non celiaci nell’alimentarsi senzaRead More


Quali sono i benefici della cannella?

cannella-cucchiai_1140

Una ricerca che è stata presentata a Minneapolis nel corso delle Scientific Sessions della American Heart Association’s Arteriosclerosis, Thrombosis and Vascular Biology | Peripheral Vascular Disease 2017 suggerisce che l’utilizzo della cannella all’interno della propria dieta potrebbe aiutare a contrastare gli effetti di una dieta troppo grassa. Lo studio, di Vijaya Juturu, della OmniActive Health Technologies Inc a Morristown nel New Jersey, dimostra infatti che assumere un po’ di cannella ogni giorno aiuterebbe a ridurre la formazione di grasso corporeo, specialmente sulla pancia, poiché attiva dei processi antinfiammatori e antiossidantiRead More


Cattive abitudini alimentari, colpa del DNA?

Donna-mangia-cioccolato1

I risultati di uno studio spagnolo presentato al meeting della American Society for Nutrition, suggeriscono che alcune varianti genetiche predispongono alla passione per alcuni alimenti, se non alla dipendenza. Per la ricerca della Universidad Autonoma de Madrid sono stati analizzati i genomi di 818 persone europee, a cui è stato chiesto di descrivere le abitudini alimentari in un questionario. Sono state trovate diverse associazioni significative: ad esempio un consumo di cioccolata più alto è più probabile in chi ha alcune forme particolari di un gene recettore dell’ossitocina, mentre altri geniRead More


Legumi, quali preferire e perché

uid_150fb6d24f3.650.340

I legumi sono ricchi di vitamine del gruppo b, contengono calcio, potassio e magnesio, e hanno una buona quantità di fibre, oltre ad essere considerati alimenti a basso indice glicemico, il che significa che i livelli di glucosio nel sangue aumentano lentamente dopo il consumo. Inoltre tra le proprietà dei legumi, in particolare delle lenticchie, c’è anche quella di ridurre il rischio di sviluppo di diabete 2. Ad evidenziarlo è stato uno studio guidato dalla Universitat Rovira i Virgili, in Spagna, pubblicato su Clinical Nutrition, durante il quale hanno preso in esameRead More


E’ vero che i cibi salati aumentano la sete?

Acqua2-500x333

Uno studio effettuato a bordo di una navicella spaziale, ha mostrato che i cibi salati non farebbero venire sete, ma fame. I cosmonauti che consumavano quantità maggiori di sale trattenevano più acqua, quindi non avevano particolare sete ma un maggiore bisogno di energia, tale connessione potrebbe influenzare i calcoli per le scorte. I ricercatori del Centro Max Delbrück di Berlino e la Vanderbilt University, in Tennessee, hanno approfittato quindi di una missione simulata su Marte per esaminare il fenomeno. Hanno studiato due gruppi di 10 volontari (il primo per 105 giorni, il secondo per 205),Read More


Arriva il “bollino blu” contro le allergie

chef-1024x682

Un ‘bollino blu’ per ristoranti a prova di allergie, garanzia di sicurezza per i circa 5 milioni di italiani che soffrono di allergie a cibi o intolleranze. Per tutelare la salute degli italiani che soffrono di allergie o intolleranze a determinati alimenti è stato introdotto un “bollino blu” per i ristoranti a prova di allergie. Saranno previsti dei corsi ad hoc dedicati a chef e ristoratori, affinché possano gestire tali allergie, offrendo menu sicuri e conoscendo le procedure da intraprendere in caso di emergenza. Da fine aprile prenderanno il via a Roma,Read More


Come sostituire gli integratori sportivi con l’alimentazione?

running

Michelangelo Giampietro, nutrizionista e medico dello sport, suggerisce che gli integratori sportivi industriali sono facilmente sostituibili con alimenti che possiedono le stesse proprietà benefiche. Tra gli integratori più usati, ad esempio, ci sono le proteine e gli aminoacidi ramificati, è possibile trovare entrambi in 50 grammi di pane e 75 grammi di bresaola, che contengono pochissimi grassi, più di 30 grammi di proteine, una quantità di aminoacidi ramificati di oltre 5 grammi e il sale, fondamentale per gli atleti. Si tratta di un’ integrazione economica che può andare bene sia prima che dopo l’allenamento, bastaRead More


image_pdfimage_print