Home»Prevenzione»Ad ogni lavoro il proprio sport!

Ad ogni lavoro il proprio sport!

4
Shares
Pinterest Google+

Qualsiasi sport fa bene alla salute perché permette di gestire meglio stress e fatica e di mantenere la forma, ma i nostri corpi, a seconda del lavoro che facciamo possono avere esigenze diverse.

Per chi sta molto seduto fare stretching è fondamentale.

“Queste persone stanno per lo più piegate in avanti fino a incurvarsi. L’attività sportiva deve correggere queste posizioni, senza aumentare la curvatura della schiena, e lavorare sui grandi gruppi muscolari”, dice Carole Maestro, medico e ginecologo presso l’Istituto nazionale di Sport, Competenza e Prestazioni (Insep).

I muscoli inferiori sono poco stimolati durante il giorno, quindi è necessario rinforzarli, così come quelli addominali, importanti per evitare problemi alla schiena e mantenere una postura corretta quando si è seduti, ha aggiunto l’allenatore William Chanconi. Bicicletta, nuoto (in particolare stile dorso), canottaggio per rinforzare la muscolatura e il pilates sono i più indicati.

Chiunque abbia delle responsabilità e lavori sotto pressione, deve praticare due tipi di attività: una più lenta, che possa alleviare la tensione, e un’altra che permetta di liberarsi dell’aggressività accumulata durante il giorno. Tra le attività consigliate: yoga, tai chi, golf, qi gong per rilassarsi e boxe, crossfit, taekwondo, triathlon, squash, corsa, rugby, pallamano e pallavolo per scaricarsi.

“Gli sport di squadra possono essere molto interessanti per chi ricopre un ruolo di alta responsabilità. Perché consentono di lasciarsi andare e delegare imparando a contare sugli altri”, spiega la dottoressa Maestro.

Per chi sta molto in piedi  “è importante rilassare i muscoli degli arti inferiori e rafforzare addominali e schiena”, dichiara l’esperto.

La circolazione viene messa a dura prova, quindi “gli sport in acqua ad esempio sono indicati perché, grazie all’azione massaggiante, aiutano a ridurre il gonfiore”, spiega ancora la Maestro. Oltre al nuoto, soprattutto lo stile dorso, sono indicati yoga, aerobica, bicicletta, stretching, pilates e i pesi, facendo però attenzione a non eccedere con l’allenamento.

Nel caso in cui si faccia invece un lavoro più fisico, in cui si alzano ad esempio dei pesi, l’obiettivo è quello di “rafforzare il tronco per evitare il rischio di sciatica e mantenere sempre allenati i muscoli della schiena. Le donne devono anche rinforzare i muscoli del perineo”, ricorda Carole Maestro. Pilates (metodo Gasquet) e yoga sono l’ideale.

Fonte: Adnkronos

Previous post

Latte e formaggi, hanno un effetto protettivo per la nostra salute?

Next post

Nuovo vaccino contro l'HPV

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *