Home»Alimentazione»Pasta shirataki, quali sono le proprietà?

Pasta shirataki, quali sono le proprietà?

0
Shares
Pinterest Google+

La pasta shirataki (o shirataki noodles), è simile come aspetto ai tradizionali spaghetti, solo più sottili e generalmente di colore bianco.

Questo alimento è originario dell’Asia ed è ricavato dalla pianta di Konjac, una radice utilizzata come verdura nella tradizione alimentare giapponese da più di 2000 anni.

Il Konjac è altamente nutriente, contiene fibre, proteine grezze, 16 diversi tipi di amminoacidi ed è ricco di mineralicome calcio, fosforo, ferro, zinco, manganese, cromo e rame.

L’apporto calorico derivato dal consumo degli spaghetti shirataki è molto basso, 100 grammi di prodotto contengono circa 30 Kcal.

La caratteristica principale degli shirataki è il basso apporto calorico e l’alto contenuto di fibre: contengono soprattutto la fibra glucomannano che ha la capacità di mantenere l’intestino pulito, poiché aiuta ad eliminare le scorie dannose per la salute intestinale.

Inoltre, essendo il glucomannano, solubile al 100%, è responsabile del senso di sazietà, in quanto richiama grandi quantità di acqua e aumenta di massa.

Gli shirataki sono indicati specialmente per gli individui che soffrono di problematiche relative al colesterolo elevato in quanto aiutano a tenere nei limiti tali valori, inoltre dal momento che sono privi di glutine si rendono particolarmente adatti anche alla dieta dei celiaci.

Previous post

Anoressia spesso sponsorizzata sui siti web

Next post

Presentata oggi al Ministero della Salute la campagna di comunicazione per la lotta all'AIDS

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *