In città più allergie nei bambini che in campagna. Colpa della troppa “pulizia”.

pulizie-in-casa
Leggi l’articolo e lascia un mi piace! 

pulizie-in-casaLaviamo troppo i nostri bambini, laviamo troppo spesso il posto dove soggiornano, siamo tempestati di messaggi pubblicitari che ci invogliano ad usare questo o quel detersivo, per la pulizia di qualsiasi superficie, soprattutto per la tutela della salute dei più piccoli. Eppure “il troppo stroppia” e le allergie al polline aumentano nei bambini delle nostre città, più che nelle campagne italiane.

Secondo la Società Italiana di Allergologia, Asma e Immunologia Clinica (Siaaic) è colpa di un mix di alcuni fattori tra i quali lo smog (che trattiene il polline nell’aria) e l’eccesso di pulizia degli ambienti.

Segue in basso

sanitur

L’allergia è una malattia del sistema immunitario caratterizzata da reazioni eccessive portate da particolari anticorpi nei confronti di sostanze abitualmente innocue come ad esempio i pollini. Il sistema immunitario, non incontrando germi da combattere, reagisce in maniera eccessiva al polline, “sballa”, perché non abituato.

Un ambiente eccessivamente pulito non è salutare per il sistema immunitario. Fra le varie osservazioni che avallano tale ipotesi si è rilevato che nei bambini che vivono in ambiente rurale o che hanno un gatto in casa (dimostrato nei primi due anni di vita), la probabilità di allergia si riduce in modo significativo.

Curiamo la pulizia, ma non in maniera maniacale. Lasciamo che i nostri bambini giochino per terra, e spesso all’aria aperta. Godranno in salute da piccoli e da grandi.

image_pdfimage_print






Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*