Home»Tecnologie»E’ estate, vespe in agguato. Che fare se veniamo punti?

E’ estate, vespe in agguato. Che fare se veniamo punti?

0
Shares
Pinterest Google+

Rischi

La puntura della vespa causa dolore, gonfiore e bruciore: effetti che possono scomparire entro un paio di giorni. Nei casi più gravi, però, può causare una reazione allergica, con effetti negativi sull’intero organismo. Per evitare rischi vitali, è bene intervenire con un trattamento di emergenza.
Cosa fare se si viene punti

bunner-Cardio-RaceNel caso di allergie, da riscontrare comunque dopo una seconda puntura della vespa (con la prima l’organismo tende solo a creare degli anticorpi di classe lge) il rischio è di andare in shock anafilattico, visto che il veleno dell’insetto, a contatto proprio con gli anticorpi, può determinare la rottura di cellule come i mastociti e i basofili, che a loro volta liberano delle sostanze che causano la reazione allergica. Le conseguenze possono essere gravi: dalla perdita di conoscenza alla morte. Ecco perché è doveroso l’intervento immediato del medico per la somministrazione di farmaci anti-shock come l’adrenalina. Inoltre, se si è già a conoscenza del rischio di reazione allergica, il consiglio è quello di farsi sottoporre ad un vaccino specifico e di portare con sé dell’adrenalina da iniettare autonomamente attraverso un apposito dispositivo, in modo da avere la giusta copertura fino all’arrivo al pronto soccorso.

www.cardiorace.it

Previous post

Che effetti può avere un minuto di corsa?

Next post

Gli italiani non camminano abbastanza, figuriamoci correre! Lo dice lo smartphone

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *