Home»Prevenzione»Elaborazione dei dati degli screening al Sanit 2017

Elaborazione dei dati degli screening al Sanit 2017

0
Shares
Pinterest Google+

Sanit, ad ingresso gratuito, ha permesso a tutti i visitatori di usufruire dei numerosi controlli medici a disposizione, come capillaroscopia, calcolo glicemico, controllo senologico, controllo cognitivo, tiroide, nei, massaggio osteopatico, calcolo del rischio cardiovascolare con elettrocardiogramma ed ecoscopia.

6280 sono state in totale le visite effettuate presso i vari box della prevenzione.

Per quanto attiene i controlli cardiologici, effettuati grazie allo staff medico del Dipartimento Assistenziale Integrato Malattie Cardiovascolari del Policlinico Umberto I,  nel primo giorno sono stati sottoposti a visita circa 800 ragazzi delle scuole superiori della capitale, riscontrando 4 casi di sospetta malformazione congenita a cui è stata sconsigliata la pratica sportiva e indicato un immediato approfondimento medico.

Negli adulti  sono stati riscontrati 6 casi di sospetta fibrillazione atriale. In un caso si è provveduto a ricovero immediato per fibrillazione atriale in atto, con possibile rischio ischemico.

La prevenzione cardiovascolare ha interessato anche lo stand di Artemisia Lab, all’interno del quale sono stati esaminati 486 visitatori. In un caso si è riscontrato una valvulopatia (malattia della valvola cardiaca), sottoposta immediatamente all’attenzione dell’unità operativa del Policlinico Gemelli. In 4 adulti, che non si erano mai sottoposti a controllo cardiovascolare, sono state riscontrate patologie da sottoporre all’attenzione degli specialisti. In 27 casi si è riscontrata ipertensione.

Per quanto riguarda i controlli per la prevenzione dei tumori, la LILT di Roma,  Lega Italiana Lotta Tumori,  ha riscontrato 12 casi sospetti per melanoma ed inviati ad asportazione del neo per esame istologico, di questi 2 erano melanomi in stato iniziale.

Durante le visite al seno sono state invitate 9 donne ad effettuare ecografie e soprattutto mammografie in quanto erano presenti noduli sospetti, di cui 6 over 50 e 3 under 50.

I controlli alla tiroide hanno rilevato la presenza, in un campione di popolazione molto elevato (70% ), la presenza di noduli o disturbi clinici; sono stati consigliati esami ematochimici ed ecografie per differenziare la patologia funzionale da eventuali modularità neoplastiche o dubbie.

Presso lo stand Artemisia Lab, sono stati effettuati inoltre, circa 267 esami del colesterolo, nel 37% dei quali i valori erano al di sopra della media. A questi è stato suggerito un maggior controllo dell’alimentazione e una riduzione del consumo di zuccheri.

Previous post

Arriva "Movember", il mese dei baffi per una giusta causa

Next post

Dai composti attivi della felce possibile rimedio per i sintomi dell’Alzheimer

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *