Home»Tecnologie»Dormi poco? Occhio alla guida.

Dormi poco? Occhio alla guida.

0
Shares
Pinterest Google+

Una ricerca americana della Foundation for Traffic Safety ha analizzato più di 4500 incidenti e oltre settemila persone coinvolte, stabilendo un dato statistico rilevante: se si ha meno di cinque ore di sonno fatte, si rischia il doppio, rispetto a chi dorme almeno sette ore, di avere incidenti stradali nelle 24 ore successive. Praticamente si corre lo stesso rischio di fare incidenti che da ubriachi.

Fondamentale, per evitare questo, è la prevenzione che si può fare trovandoci in questo stato di carenza di ore di sonno. Ad esempio fermandoci immediatamente in caso di bisogno, senza metterci alla prova, per evitare il peggio. Occorre tenere comunque presente il fatto che in molti casi il colpo di sonno può arrivare senza dare segni di preavviso. Alcuni segnali possono essere la difficoltà a tenere gli occhi aperti, o il non ricordare gli ultimi chilometri percorsi.

Meglio una pausa quando si sente il bisogno, e comunque ogni due ore; se possibile viaggiare in compagnia e alternarsi alla guida, evitando di appesantirsi a tavola. Attenzione inoltre ai farmaci che si assumono, alcuni di essi possono portare sonnolenza e calo di attenzione.

Talvolta il dormire male, come in caso di russamento o apnee notturne, può aumentare il rischio di distrazione o colpo di sonno. Un quinto degli incidenti stradali, sono direttamente collegati al cattivo dormire, che causa stanchezza e sonnolenza diurna.

Previous post

Da studi, effetti positivi dell’aspirina per la prevenzione del cancro

Next post

Dilaga la moda dei tatuaggi. Ma attenzione alle infezioni!

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *