Difendiamoci dal freddo. Come? Basta la “C”!

donna-freddo-raffreddore

E’ arrivato il freddo rigido, e con esso aumenta il rischio di prendersi un raffreddore o ammalarsi di influenza. Il nostro organismo ha bisogno di rafforzarsi e non cedere al clima meno favorevole del solito; come al solito un ruolo fondamentale gioca l’attività fisica, abitudine sana che deve accompagnarci per tutta la vita.

Oltre a raccomandare il vaccino antinfluenzale, in particolare per le categorie a rischio, come ad esempio: anziani, bambini, malati cronici, donne in gravidanza, personale sanitario, occorre anche affidarsi a quei rimedi naturali che la natura ci mette a disposizione, e che sono in grado di rinforzare le nostre difese immunitarie permettendoci di affrontare con maggiore serenità il periodo invernale. Questo è il ruolo della vitamina C, un aiuto fondamentale, naturale e indispensabile all’organismo.

Dove troviamo la vitamina C?

L’acido ascorbico, la vitamina C, non viene prodotta dal nostro organismo ma dobbiamo reperirla tramite gli alimenti; Non serve assumere la vitamina C con integratori: arance, Limoni, pompelmi è risaputo che contengono grandi quantità di vitamina C.

La Vitamina C è un forte antiossidante, aiuta all’assorbimento del ferro e partecipa al metabolismo del glucosio e dell’acido folico . La vitamina C teme luce e calore, in caso di spremuta il succo va consumato subito.

Altri alimenti ricchi di vitamina C sono: kiwi, fragole, che ne contengono più delle arance; patate, verdura verde, peperoncino, peperoni, pomodori, fave, piselli.

 

image_pdfimage_print






Comments are Closed